tricoprotesi – toupets

Casco agli ioni

Posted on

 

caschi-ionic-crazy-hair-pieghe-a-parrucche-fibraq

 Da oggi nel nostro salone….Caschi agli ioni per capelli lucidi e sani. Questa specifica tipologia è utile a tutti in un’ottica di prevenzione e riduzione dell’aggressività in fase di asciugatura, e proprio per questo particolarmente indicata per le persone che soffrono di capelli secchi e tendenti al crespo, e per le PARRUCCHE/TRICOPROTESI IN FIBRA NATURALEI caschi a ioni agiscono avvalendosi appunto di una carica di ioni negativi che intervengono sul capello bagnato frantumando l’acqua in micro molecole: l’acqua non viene, di fatto, spazzata via dal getto di aria calda, bensì trasformata in particelle talmente piccole da poter essere assorbite nel capello, idratandolo profondamente.L’asciugatura del capello risulta essere non solo meno aggressiva, ma anche in qualche modo “curativa”, contribuendo alla bellezza del capello prevenendo i danni di getti di aria troppo calda, forte o prolungata e andando a dare corposità, morbidezza e lucentezza al capello.Asciugare i capelli mediante la frantumazione delle molecole d’acqua, inoltre, risulta essere più veloce delle consuete modalità, andando a impattare in maniera positiva anche sul tempo da impiegare per questa procedura soprattutto se parliamo di asciugare una PARRUCCA/TRICOPROTESI dove i tempi sono decisamente lunghi se ne vogliamo preservare la durata e non rovinare il nodo di ancoraggio sulla calotta.

 

Soffri di alopecia areata? Guarda questa soluzione!

Posted on Updated on

 

parrucca-capelli-veri-con-antiscivolo-lace-front-crazy-hair

Tricoprotesi in fibra naturale indiana metodo remy con antiscivolo frontale vertice e nuca, lavorata a mano su tulle leggero nei laterali e dietro, monofilamento sopra, lace front anteriore, elastici per regolare la lunghezza della calotta.

 

CERTIFICATA PRESIDIO MEDICO, DETRAIBILE COME SPESA SANITARIA.

 

 

 

esmeralda-2-nj-creation-parrucche-crazy-hair-genova

 

Alopecia Areata: quando l’informazione è errata

Posted on Updated on

 

alopecia areata rimedi

La recente pubblicazione di uno studio sul farmaco Ruxolitinib ha prodotto su web e sui giornali messaggi errati e dato false speranze a chi soffre di alopecia areata.L’alopecia areata è una malattia autoimmune che colpisce i follicoli piliferi e causa la perdita di capelli e/o di peli corporei. La malattia si manifesta con la comparsa di chiazze glabre del cuoio capelluto o di altre aree del corpo e, nell’1% circa dei casi, la patologia può estendersi all’intero cuoio capelluto (alopecia totale, AT) o a tutto il corpo (alopecia universale, AU).Un gruppo di ricercatori della Columbia University Medical Center di New York ha recentemente pubblicato uno studio che identifica le cellule immunitarie responsabili della distruzione dei follicoli piliferi e testa un farmaco per la soppressione dell’attività di tali cellule ai fini del ripristino della ricrescita dei capelli.Si tratta del Ruxolinitib, un farmaco immunosoppressore inibitore selettivo delle proteine tirosina chinasi JAK1 e JAK2, sviluppato a seguito della scoperta del ruolo giocato dalle mutazioni di JAK2 nella patogenesi delle sindromi mieloproliferative e approvato nel 2011 dalla Food and Drug Administration per la cura di tali patologie.In questo studio sono stati riportati i risultati ottenuti su modelli murini e su 3 pazienti con alopecia areata, trattati con somministrazione orale e topica del farmaco. Da questo piccolo trial clinico i ricercatori hanno riscontrato una buona ricrescita all’interno delle chiazze glabre entro 5 mesi di trattamento. Questo suggerisce la potenziale utilità di tale principio attivo nel trattamento dell’alopecia areata ma non permette certamente di affermare che sia disponibile una nuova cura.

NON ESISTE ANCORA UNA “PILLOLA” CONTRO L’ALOPECIA AREATA